Looksmart LS18018A LAMBORGHINI HURACAN SUPER TROFEO EVO 2018 C/VETRINA 1:18 Mode

Modello 1/43 Mi Carburante LIBERTY Walk Lamborghini Huracán Giallo Giallo INTI LP610-4 nxojeb5103-Modellini statici di auto, furgoni e camion


Lamborghini Huracan Super Trofeo Evo 2018 Bianco LOOKSMART 1:18
Siku PLASTICA v179 missili Transporter con Atlas Missile e Mercury-capsula V serie

I ricercatori della Fondazione Veronesi
2019

MATCHBOX SF N. 74b TOE JOE GIALLO Hitch Hiker ADESIVI TOP IN BOX

Akihiro Maeda

Bbr Porsche 917 LH Geneve Motore Spettacolo 1969 917 1/18 Scala C1833a le Of

La ricerca in numeri

Par-PORSCHE Mixte Open ibrida 1901 rosso VIAGGIO SPAZIO 1:18 fah18005 Model Le borse di studio che sosteniamo

Newsletter

Minichamps 107125335 LANCIA ASTURA tipo 233 MaItese - 1936,1:18 Resin NUOVO OVP Iscriviti alla Newsletter

I tool della salute

Bugatti t57c Aravis Gangloff ORIGINALE and current CAR 1939 Ilario 1:43 MOD il113

AREA DOWNLOAD

CORGI 497 the Man from U.N.C.L.E. thrushbuster-very near Mint/complete/Boxed
MERCEDES MAYBACH Classe S s600 ORO 1:18 MODEL Autoart
Dinky Toys 577 Berliet Betaillere very near mint in box with dealer tag Superb
Tekno 443, SCOOTER Med sidevogn, Mint in Box ab1227

Maura Massimino per Gold for Kids

1:18 Precisionmin. 1966 Cadillac Landaulet Carro Funebre

Da non perdere

MODELKIT 1:43 J. PURAS CITROEN XSARA RALLYE CAJA CANTABRIA handbuilt chus UNICO
Bugatti EB110 GT 1:18 AUTOart bianca 70978 Nuovo Diabete di tipo 1: un farmaco «ritarda» l'arrivo della malattia

Diabete di tipo 1: un farmaco «ritarda» l'arrivo della malattia

Tucher & Walther LAMIERA MOTO HARLEY DAVIDSON con carrozzetta & 2 personaggi ROSSA

Un anticorpo monoclonale, il teplizumab, potrebbe ridurre la distruzione delle cellule beta del pancreas nei pazienti ad alto rischio (chi ha già un parente malato)

12-06-2019
1:18 CMC m-060 MASERATI TIPO 61 1960 Birdcage-Chassis-versione LIMITED EDT. RAR § «Tumorial», la serie di video che spiega il cancro ai ragazzi

«Tumorial», la serie di video che spiega il cancro ai ragazzi

Da oggi disponibili in rete i video realizzati dagli adolescenti in cura (o curati) all'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano per rispondere ai dubbi dei coetanei che si ammalano di cancro

10-06-2019
BBR p18146c FERRARI 488 Challenge 2016 in Giallo Modena le 30 PC 1:18

L’ingiustificata euforia di una partita inutile spinge Ancelotti a sbagliare formazione. Creativo nei fuochi d’artificio, l’allenatore chiede più che al Napoli a se stesso troppi favori. Il primo, dimentica la squalifica di Allan e Koulibaly, due colossi in fare difensiva. Secondo, offre un imbarco da ultimo minuto a Verdi, che arriva come un figurante di ultima fila proprio a Bologna, dove aveva lasciato discreti ricordi. Terzo, rimette in vetrina Insigne, ogni riferimento al mercato non è casuale. Ancelotti è uomo di coraggio, e ora ne trova ancora di più. Con consapevole imprudenza lascia fuori Callejon, un vigile inflessibile della fascia destra, per far posto ad un sempre più scolorito Verdi. Non lo trova invece Mertens, tra i migliori per prontezza e ubiquità tattica contro l’Inter. I vizi strutturali sono mascherati nei primi 25 minuti dal Napoli ben disposto in fase attiva. Crea molto, tira spesso, sbaglia troppo. Insigne insiste con il suo interno destro, tentativi deboli e fuori porta. Il Bologna concede campo, ma ha gli uomini giusti per recuperarlo presto. Pulgar e Dzemail spingono e marcano. Sono i due mediani del 4-2-3-1. Soriano e l’inossidabile Palacio si uniscono al coro per lanciare Santander, bravo in fase difensiva e audace nelle ripartenze, puntuale per il primo gol di testa. Il Napoli aveva più volte rischiato sulle palle alte con difesa mai piazzata e senza Koulibaly. Inevitabile il raddoppio di Dzemaili con un tiro perentorio a palla scoperta, perché il Napoli si sfilaccia ad ogni assolto del Bologna. Ancelotti si pente della sua incauta generosità con Verdi e Insigne. Sono i primi che elimina. Perché impalpabili in avanti e assenti in fase difensiva. Verdi non è Callejon, come Insigne non vale l’ultimo Mertens. Di più: Luperto non è Koulibaly, Albiol perde nel gioco alto, Zielinski non è Allan, Younes si incarta con la palla finché non trova a chi darla, solo Fabian Ruiz dà qualche lampo di genio, per emergere nella ripresa, prova ad essere l’anima di una più equilibrata. Callejon attiva il suo settore, sull’altro versante Ghoulam si candida per una grande stagione, non è un caso che segni lui il primo gol. Milik apre spesso a destra per lasciare spazio a Mertens, e non è un caso che assegni lui il secondo, ispirato da Younes che per una volta sa a chi dare la palla, l’esclusione di Dzemali slega Zielinski che coglie il 27esimo palo. Se i numeri contano, la classifica chiude con 79 punti, 12 meno dell’anno scorso e qualche bocciato. Un nome: Verdi. Ma Insigne e Milik sono a malapena rimandati.

WESTERN MODELS MIKE STEPHENS 1st PROTOTYPE - MOTORKITS - AUSTIN 14 GOODWOOD
Condividi:
Sideshow GEONOSIS BATTLE DROID COM. w/ DOOKU HOLOGRAM 1/6 Star Wars  
1/18 Autoart 74771 LANCIA DELTA s4 rosso-ROSSO -

News dalla Fondazione

ARENA FIAT 242 LANCIA MARTINI RALLY di assistenza veicolo 1984-Scala 1/43
FERRARI 488 GTE CLEARWATER RACING CAR 61 LOOKSMART MODEL 1/18 LS18LM013
1:18 Autoart 75312 Lotus Esprit V8 Nero - Rarità § 10-06-2019

Aperto il bando per i finanziamenti alla ricerca 2020

Frontiart AvanStyle 1/18 Pagani Huayra AS016-116
Revell 1:18 Mercedes Benz W123 240D bianca Limited 1000pcs 08809 9092
Autoart Rare Nissan Skyline R32 GT-R SRC Nismo Optional Parts Version 1/18 28-05-2019

«Dona le tue rughe»: la campagna a sostegno delle donne col cancro

DINKY TOYS Nº 902 FODEN piatto camion in arancione e verde. 1954-56 ottimo in scatola 28-05-2019

Fondazione Umberto Veronesi al Festival della fantascienza