AUTOart Nissan 350Z 1:18 Scale Diecast Sunset arancia

Dinky Toys 558 2 CV Citroen 61 near condition Pas Atlas mint modele rtbvzg8173-Modellini statici di auto, furgoni e camion


1/43 Hi-Story Modeler's Toyota AE86 Trueno PROJECT D initials D MD43209
Ertl American Muscle 1972 rosso Chevy Vega Coupe 1:18 Metal Die-Cast Fast Ship

I ricercatori della Fondazione Veronesi
2019

Exact Detail 1:18 Scale 1965 Chevelle Z16 Malibu SS Regal rosso - Part No. 501

Akihiro Maeda

JAPAN TOMY TOMICA D1 GRAND PRIX FALKEN MAZDA RX-7 FC3S DRIFT RACING CAR 1/55

La ricerca in numeri

Almost Real 1:43 Mercedes S Class Maybach 2016 diamond bianca Le borse di studio che sosteniamo

Newsletter

Lamborghini Veneno Roadster rosso Metallic KYOSHO MODELS 1/43 05572RM Iscriviti alla Newsletter

I tool della salute

Core Classics Series 1/50 Caterpillar 836H Trash Compactor Model For Collection

AREA DOWNLOAD

Spark 1:43 Primo Motul Honda Civic - JTC 1989 - 16 Nakako / Suzuki
1/43 True Scale Models TSM Mercedes Benz 190E Evo2 1991 Car 7 TSM124347
PLYMOUTH CUDA CONCEPT B5 blu 6.1 HEMI 1:18 MODEL CAR BY HIGHWAY 61 50826
Spark 1:43 Sunbeam - Monte Carlo Rally 1965 - 103 Cowan / Turvey

Maura Massimino per Gold for Kids

NEW Hot Wheels Super Deluxe Stunt Set 1998 Original marrone Box

Da non perdere

Pontiac Bonneville Brougham 2-d Marrone met/Marrone 1980 NEO 44800 1:43
SNAP-ON TOOLS 1950 FORD STEPVAN DIE CAST 1:24 SCALE BANK REPLICA Diabete di tipo 1: un farmaco «ritarda» l'arrivo della malattia

Diabete di tipo 1: un farmaco «ritarda» l'arrivo della malattia

Aston Martin V12 Zagato N.5 24H Nurburgring 2011 1:18 Tecnomodel TMD1801F

Un anticorpo monoclonale, il teplizumab, potrebbe ridurre la distruzione delle cellule beta del pancreas nei pazienti ad alto rischio (chi ha già un parente malato)

12-06-2019
McLaren MP4/13 Mercedes World Champion 1998 Mika Ha 1:18 MINICHAMPS 186980008 «Tumorial», la serie di video che spiega il cancro ai ragazzi

«Tumorial», la serie di video che spiega il cancro ai ragazzi

Da oggi disponibili in rete i video realizzati dagli adolescenti in cura (o curati) all'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano per rispondere ai dubbi dei coetanei che si ammalano di cancro

10-06-2019
Porsche 911S 6 Winner Rally Montecarlo 1970 Waldegaard Helmer SPARK 1:18 18S029

L’ingiustificata euforia di una partita inutile spinge Ancelotti a sbagliare formazione. Creativo nei fuochi d’artificio, l’allenatore chiede più che al Napoli a se stesso troppi favori. Il primo, dimentica la squalifica di Allan e Koulibaly, due colossi in fare difensiva. Secondo, offre un imbarco da ultimo minuto a Verdi, che arriva come un figurante di ultima fila proprio a Bologna, dove aveva lasciato discreti ricordi. Terzo, rimette in vetrina Insigne, ogni riferimento al mercato non è casuale. Ancelotti è uomo di coraggio, e ora ne trova ancora di più. Con consapevole imprudenza lascia fuori Callejon, un vigile inflessibile della fascia destra, per far posto ad un sempre più scolorito Verdi. Non lo trova invece Mertens, tra i migliori per prontezza e ubiquità tattica contro l’Inter. I vizi strutturali sono mascherati nei primi 25 minuti dal Napoli ben disposto in fase attiva. Crea molto, tira spesso, sbaglia troppo. Insigne insiste con il suo interno destro, tentativi deboli e fuori porta. Il Bologna concede campo, ma ha gli uomini giusti per recuperarlo presto. Pulgar e Dzemail spingono e marcano. Sono i due mediani del 4-2-3-1. Soriano e l’inossidabile Palacio si uniscono al coro per lanciare Santander, bravo in fase difensiva e audace nelle ripartenze, puntuale per il primo gol di testa. Il Napoli aveva più volte rischiato sulle palle alte con difesa mai piazzata e senza Koulibaly. Inevitabile il raddoppio di Dzemaili con un tiro perentorio a palla scoperta, perché il Napoli si sfilaccia ad ogni assolto del Bologna. Ancelotti si pente della sua incauta generosità con Verdi e Insigne. Sono i primi che elimina. Perché impalpabili in avanti e assenti in fase difensiva. Verdi non è Callejon, come Insigne non vale l’ultimo Mertens. Di più: Luperto non è Koulibaly, Albiol perde nel gioco alto, Zielinski non è Allan, Younes si incarta con la palla finché non trova a chi darla, solo Fabian Ruiz dà qualche lampo di genio, per emergere nella ripresa, prova ad essere l’anima di una più equilibrata. Callejon attiva il suo settore, sull’altro versante Ghoulam si candida per una grande stagione, non è un caso che segni lui il primo gol. Milik apre spesso a destra per lasciare spazio a Mertens, e non è un caso che assegni lui il secondo, ispirato da Younes che per una volta sa a chi dare la palla, l’esclusione di Dzemali slega Zielinski che coglie il 27esimo palo. Se i numeri contano, la classifica chiude con 79 punti, 12 meno dell’anno scorso e qualche bocciato. Un nome: Verdi. Ma Insigne e Milik sono a malapena rimandati.

PORSCHE 997 RSR N.77 43th Le Mans 2012 LIETZ-LIEB-HENZLER 1:18 Spark Model

News dalla Fondazione

PORSCHE 997 RSR N.80 49th LE MANS 2012 BERGMEISTER-HOLZER-LONG 1:18 Spark Model
FERRARI 250 GT DROGO N.44 4th 500 KM SPA 1963 G.LANGLOIS VAN OPHEM 1:18
McLAREN HONDA MP4-5B GERHARD BERGER 1990 Minichamps 530901828 10-06-2019

Aperto il bando per i finanziamenti alla ricerca 2020

JM2174580 Ebbro EB45345 PRINCE R380 1966 N.8 JAPAN GP 1966 T.IKUZAWA 1:43
PORSCHE 917k DAYTONA 1971 MARTINI & ROSSI 1:18 Autoart Millennium 87182 OVP
Graham HILL BRM p57 3 Weltmeister SUDAFRICA GP Formula 1 1962 1:18 SPARK 28-05-2019

Fondazione Umberto Veronesi al Festival della fantascienza